Scrivere ‘conversazioni’ per l’eLearning

Tutti i contenuti, da quelli multimediali a quelli testuali, devono essere scritti in maniera tale da suscitare interesse e agevolare lo studio dei corsisti.

Scrivere ‘conversazioni’ per l’eLearning

Tutti i contenuti, da quelli multimediali a quelli testuali, devono essere scritti in maniera tale da suscitare interesse e agevolare lo studio dei corsisti.

Nel settore dell’eLearning quando si parla di contenuti non ci si riferisce solamente ai testi. Audio e video, infatti, sono una parte fondamentale dei corsi online. Indipendentemente dal coinvolgimento suscitato dallo speaker, i testi alla base dei contenuti multimediali devono essere all’altezza.

Quando lo script o i contenuti sono ben strutturati, il risultato è quello di far sentire lo studente parte del corso, proprio come se fosse stato fatto “su misura” per lui. Indipendentemente che si tratti di contenuti di testo o multimediali, è indispensabile fare attenzione a non commettere degli errori nella loro scrittura. Ecco qualche consiglio per creare una “conversazione” con ogni studente:

1. Non sottovalutare i tuoi studenti

Chiaramente i corsisti hanno deciso di iscriversi per poter migliorare le loro skill in una tematica determinata. Tuttavia, ciò non vuol dire che sia logico sottovalutare le loro capacità. Per questo, la conversazione virtuale non può essere a senso unico ma deve trasformarsi in una dialogo in cui anche i corsisti sono in grado di apportare idee e intuizioni. Fai in modo che nel forum, nelle chat o nelle videochiamate ci sia sempre spazio per i loro interventi.

2. Non essere troppo prolisso

Nel caso in cui riceva troppe informazioni in poco tempo, lo studente è a rischio di sovraccarico cognitivo oltre che facile bersaglio della noia. Per questo, il relatore deve cercare (nel caso si tratti di di un audio o di un video) di calibrare i tempi giusti per non creare un “monologo” in cui gli studenti perderanno più volte l’attenzione, fino a far calare drasticamente il livello d’interesse.

3. Usare un tono “leggero”

Un corso online è uno strumento autorevole, eppure ciò non vuol dire che bisogna esagerare con formalismi e tecnicismi. Seppure il tono informale non sia sempre estremamente consigliato, è preferibile evitare di usare anche uno troppo formale che potrebbe far sentire lo studente fuori luogo o annoiato. Un tono leggero e fresco può essere la giusta via di mezzo.

Ecco altri “mini consigli” per assicurarsi di scrivere uno script o dei contenuti utili, dinamici e piacevoli:

  • Prima di dare l’ok a un testo, leggilo ad alta voce: in questo modo ti accorgerai immediatamente se c'è qualcosa che non va;
  • Utilizza la prima e la seconda persona per poter alleggerire la conversazione e per far sentire il corsista come parte integrante del percorso di formazione;
  • Usa frasi brevi per permettere agli studenti di focalizzarsi sulla conversazione e di captare immediatamente la sua essenza;
  • Non usare gergo troppo tecnico. Anche se non bisogna sottovalutare i corsisti, ricorda che non è necessario che debbano costantemente consultare un dizionario per poter “tradurre” i contenuti.


Tutti post