è un servizio
Mega Italia Media

Gli hotspot sono dei pulsanti che vengono aggiunti alle slide di un corso online per renderle più interattive e coinvolgenti. Possono assumere forme diverse ed essere perfettamente visibili o invisibili. Lo scopo è sia quello di aiutare gli studenti con la navigazione sia presentare loro delle informazioni nascoste.

Ecco alcuni esempi di come vengono usati gli hotspot in un corso eLearning.

Hotspot: forma e inserimento

In inglese, la parola hotspot sta a indicare un punto di attrazione, una zona calda che attrae persone e fenomeni di un certo tipo. Se parliamo di formazione online e degli authoring tools, gli strumenti con cui si creano oggetti didattici multimediali che possono essere letti dalle piattaforme per la gestione della formazione o LMS, gli hotspot sono elementi grafici con cui si creano interazioni. Si parte da un’immagine o una slide di un corso online dove si possono inserire, tramite l’editor, dei punti di attrazione di varia forma: ovale, circolare ecc. A questi hotspot si possono assegnare informazioni aggiuntive, per esempio, passando il mouse sopra il punto in questione. Gli hotspot sono visibili all’instructional designer che prepara il corso, ma sono invisibili agli studenti. Basta selezionare la posizione in cui inserire l’hotspot all’interno di una slide, scegliere la forma e abbinare un trigger, ossia un movimento scatenante che può essere appunto, passare sopra il punto in questione con il mouse, fare clic ecc.

Hotspot per la navigazione in un corso online

Alcuni hotspot possono servire per facilitare la navigazione all’interno di una slide e fanno parte integrante dell’ interfaccia. Nella fase di progettazione, si può decidere che alcuni elementi del testo rimangano nascosti, mentre altri possono essere esplorati tramite interazioni. Facendo clic su una parte dello schermo, è anche possibile che il corsista possa saltare alla slide successiva.

Aumentare l’interazione in un corso online con gli hotspot

Che siano invisibili o di navigazione, gli hotspot hanno un ruolo essenziale per il coinvolgimento degli studenti. Grazie a questi pulsanti si possono spingere gli utenti a scoprire le informazioni nascoste all’interno di un’immagine, esplorandone gli elementi grafici. Allo stesso modo, si possono verificare le conoscenze apprese. Per esempio, invece di creare un test a scelta multipla, si può progettare un’immagine in cui lo studente deve inserire gli elementi giusti. Potrebbe trattarsi di alcune componenti di una macchina, la posizione di oggetti in caso di incendio da sistemare con la funzione “trascina e rilascia” ecc.

Gli hotspot sono quei pulsanti invisibili che si attivano passando sopra il cursore del mouse, per esempio, e aiutano i corsisti a esplorare un’immagine o una slide. La loro funzione nell’eLearning è proprio quella di rendere i corsi più coinvolgenti, permettendo ai corsisti di apprendere o testare le proprie conoscenze pratiche in un modo molto intuitivo.


Tutte le news

DynDevice LMS consente alla tua azienda di fare formazione online in modo semplice ed efficace.

Con DynDevice puoi organizzare corsi di formazione elearning, aula o blended; farli fruire ai tuoi dipendenti da computer o da mobile; monitorare e documentare tutte le attività e i risultati didattici.

Numerose funzioni aggiuntive - come la creazione autonoma dei corsi, la gestione di una intranet aziendale, l’utilizzo di un ecommerce – possono essere attivate su richiesta.

Scopri come DynDevice LMS può aiutarti a migliorare la tua formazione aziendale.

ATTIVA LA TUA PIATTAFORMA ELEARNING