Ecosistema elearning: le sfide del futuro

Cos’è un ecosistema di apprendimento? Scopriamo alcuni elementi che possono giocare un ruolo fondamentale nel presente e nel futuro del sistema eLearning.

Ecosistema elearning: le sfide del futuro

Cos’è un ecosistema di apprendimento? Scopriamo alcuni elementi che possono giocare un ruolo fondamentale nel presente e nel futuro del sistema eLearning.

Tutti conosciamo la parola “ecosistema” riferita ai temi ambientali. Tuttavia, questo temine può essere utilizzato in altri ambiti per definire un sistema in cui gli elementi formano un insieme interattivo in cui si influenzano a vicenda. Per questo, è possibile parlare anche di ecosistema nel settore dell’apprendimento

In questo caso, fra gli elementi che fanno parte dell’insieme troviamo, ad esempio, i corsisti, i contenuti, la strategia e le tecnologie utilizzate. Ogni componente ha un impatto, diretto o indiretto, sugli altri. Proprio come un ecosistema naturale, anche quello dell’apprendimento può essere in buona o cattiva salute.

Se in passato, il sistema d’apprendimento era più semplice e si costituiva principalmente di studenti, insegnanti e contenuti, con il passare del tempo e l’arrivo delle nuove tecnologie e, di conseguenza, dell’eLearning, è diventato sempre più complesso. Ciò vuol dire che mantenere in equilibrio questo ecosistema può essere più difficile. Il fulcro dell’apprendimento, per esempio, non ricade più sull’insegnante ma sui contenuti e, ultimamente, sempre più sulle esigenze dello studente.

Quali sono le sfide del presente e del futuro dell’ecosistema eLearning? Ecco le principali:

Dare precedenza alle competenze pratiche: nel mondo aziendale vengono richieste sempre più competenze pratiche più che conoscenze teoriche. Ciò vuol dire che anche i contenuti devono offrire il giusto equilibrio fra teoria e pratica;

Personalizzare l’apprendimento: ogni studente ha le proprie esigenze, per questo la sfida dell’eLearning è e sarà quella di creare piattaforme e contenuti su misura;

Accesso alla realtà aumentata e virtuale: l’utilizzo della realtà aumentata e della realtà virtuale permetterà agli studenti non solo di rendere più pratico e immersivo l’apprendimento ma anche di personalizzarlo;

Apprendimento sociale: in un mondo sempre più connesso, anche l’apprendimento diventa social. Fin da ora non bisogna lasciarsi scappare la possibilità del social learning e utilizzare i mezzi social come un’occasione per promuovere il networking fra i corsisti;

Connessione sempre e ovunque: gli studenti sono sempre più “collegati”, per questo, anche i percorsi di formazione devono essere sempre disponibili su qualsiasi tipo di dispositivi;

Apprendimento a piccoli passi ma continuo: grazie al microlearning, i corsisti possono studiare e imparare in maniera rapida e concisa. In più, questa modalità di apprendimento permette di essere sempre aggiornati rapidamente grazie alla formazione continua;

Tecnologia indossabile: stanno iniziando a fare il loro ingresso nel mondo dell’eLearning le cosiddette “wearable technologies” (tecnologie indossabili). Questi oggetti, come orologi o visori, possono essere utilizzati per comprendere i comportamenti degli studenti e per personalizzare ulteriormente il corso.

Per poter mantenere costantemente l’equilibrio all’interno dell’ecosistema, dunque, è fondamentale essere sempre aggiornati sulle ultime novità del settore. Gli studenti, infatti, sono in costante evoluzione e anche il mondo dell’eLearning deve essere sempre più adattabile e connesso a questi cambiamenti.

Per ulteriori approfondimenti, leggi anche " Che cosa è un ecosistema di apprendimento?".


Tutti post

Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'