20 tipi di contenuti utilizzabili nell’eLearning

Devi creare un corso online e sei a corto di idee sui materiali da inserire? Eccoti 20 idee di contenuti da includere nel tuo corso.

20 tipi di contenuti utilizzabili nell’eLearning

Devi creare un corso online e sei a corto di idee sui materiali da inserire? Eccoti 20 idee di contenuti da includere nel tuo corso.

Devi creare un corso online e sei a corto di idee sui materiali da inserire? Hai la sensazione che il tuo corso sia noioso o uguale a tanti altri corsi già esistenti?

Quando crei un corso eLearning, hai la possibilità di includere una grande varietà di contenuti. In questo articolo ti daremo 20 idee di contenuti da utilizzare per rendere il tuo corso più interessante.

1. Slide
I corsi basati su slide sono ciò a cui la maggior parte delle persone pensa quando si parla di eLearning. Tali corsi hanno spesso un aspetto simile alle presentazioni di PowerPoint, sono facili da creare e ideali per disporre le informazioni in uno stile familiare ai più.

2. Fotografie e immagini
Un’immagine rilevante e memorabile è un potente strumento didattico che può essere utilizzato per catturare l’attenzione dello studente, favorire la comprensione di fenomeni intangibili, informare, schematizzare concetti complessi, favorire la memoria, etc. Ma non solo: le immagini possono essere utilizzate per migliorare l’aspetto del corso, contribuendo a coinvolgere maggiormente gli utenti.

3. Grafici e tabelle
Tabelle, diagrammi e grafici aiutano a rendere i dati confusi più chiari agli studenti e a spiegare relazioni complesse. Ad esempio, i diagrammi di flusso sono particolarmente utili per visualizzare un processo in più fasi o una serie di risultati condizionali; i grafici a torta presentano dati statistici e percentuali; i grafici a barre verticali, infine, sono utili per mostrare cambiamenti nel tempo o confrontare categorie diverse.

4. Infografiche
Se sei un utente abituale di Internet, allora saprai che le infografiche sono molto diffuse online. Tale successo è dovuto al fatto che le infografiche non sono solo straordinariamente interessanti, ma forniscono anche un modo visivamente attraente per presentare informazioni complesse e mantenere gli studenti agganciati. In altre parole, le infografiche aiutano a ravvivare i contenuti. Inoltre, possono essere utilizzate per scopi diversi: mostrare statistiche, raccontare una storia, spiegare rapporti analitici complessi, fare elenchi, etc.

5. Screenshot e screencast
Gli screenshot (istantanee dello schermo) e gli screencast (registrazioni dello schermo) sono particolarmente utili nei corsi dedicati all’uso di software e applicazioni, in quanto consentono di mostrare agli studenti l’ambiente reale in cui dovranno operare. Inoltre, è possibile rendere queste immagini più efficaci aggiungendo blocchi di testo e frecce per spiegare termini o sottolineare le relazioni tra i vari elementi sullo schermo.

6. Guide
Quando si impara qualcosa di nuovo, le guide possono essere utili per raccogliere informazioni dettagliate su un particolare argomento. Esse, inoltre, possono essere consultate anche a formazione completata, costituendo un prezioso documento a disposizione dei discenti.

7. Liste di controllo
Le liste di controllo sono strumenti estremamente versatili nell'ambito dell’eLearning. Puoi assicurarti che i tuoi studenti abbiano compreso appieno i contenuti del corso chiedendo loro di completare una lista di controllo al termine del corso, oppure puoi usarle per fornire agli studenti un elenco delle cose da fare all’interno di specifiche procedure.

8. E-book
Questo tipo di contenuto è un modo molto semplice e versatile per condividere informazioni come procedure operative, processi step-by-step e manuali. L’e-book è un'ottima opzione se sei in possesso di materiale in formato Word o PDF che è sottoutilizzato o semplicemente non disponibile per gli studenti in un formato di facile accesso e consumo.

9. Glossari
I glossari ti consentono di offrire ai tuoi studenti un elenco dei vocaboli meno comuni utilizzati all’interno del corso, con la relativa spiegazione. Inoltre, puoi fare in modo che, ogni volta che un termine complesso o un acronimo compare nel corso, questo venga linkato alla sua definizione del glossario.

10. Articoli
Gli articoli sono un ottimo tipo di contenuto da includere in un corso online. Essi, infatti, possono essere ricchi di informazioni di approfondimento e includere collegamenti ad altre risorse (online) o riferimenti a risorse aggiuntive (formato di stampa), oltre che immagini, grafici, tabelle, etc.

11. Interviste
Sia in formato video che in formato testo, le interviste possono offrire ai tuoi studenti nuovi punti di vista e rendere il corso più dinamico.

12. Dialoghi
I dialoghi consentono di simulare una conversazione del mondo reale. Le buone simulazioni di dialogo tendono a utilizzare scenari ramificati in cui ogni decisione presa da un utente ha conseguenze che influenzano i risultati e le fasi successive della simulazione.

13. Casi studio
Gli esempi sono estremamente utili dal punto di vista didattico e quale strumento migliore dei casi studio? Essi consentono di creare un contesto di simulazione nel quale gli studenti mettono in gioco le conoscenze e le competenze acquisite durante la formazione per “risolvere il caso”, cioè prendere decisioni corrette e/o ragionevoli.

14. Podcast
I podcast sono diventati popolari fino a diventare una forma di media familiare ai più. Sono già utilizzati in vari ambiti aziendali e rappresentano un comodo strumento anche nell’ambito della formazione. Essi, inoltre, sono estremamente versatili perché sono mobili e disponibili 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Ciò significa che l’utente può ascoltarli in qualsiasi momento, anche mentre sta lavorando. Leggi anche " Come creare podcast per corsi online".

15. Giochi di ruolo
L’obiettivo dei giochi di ruolo è quello di ricreare, in modo verosimile e in un contesto piacevole, una situazione professionale all’interno della quale l’utente dovrà interpretare uno specifico ruolo. Il Role Play prevede quindi l’interazione verbale e comportamentale tra due o più partecipanti. Ad esempio, nella formazione commerciale, gli studenti possono interpretare se stessi nel ruolo di venditori per imparare a gestire le domande e le obiezioni dei clienti.

16. Gamification
La gamification sta acquisendo sempre più popolarità. Creare un ambiente di formazione divertente mediante classifiche, badge e moduli di apprendimento simili a giochi può infatti facilitare l’apprendimento.

17. Simulazioni AR e VR
La realtà virtuale e la realtà aumentata sono modi nuovi ed efficaci per offrire agli studenti un'esperienza di vita reale in cui praticare il modo migliore per reagire in determinate situazioni. Possono essere utilizzate sia per simulare interazioni umane (ad esempio, con clienti) che per svolgere una formazione pratica sull’uso di specifiche attrezzature o sulla gestione delle emergenze.

18. Video
Il video è un formato familiare alla quasi totalità degli utenti e si adatta alle preferenze di apprendimento della maggior parte degli studenti. Il successo di piattaforme come YouTube e Vimeo dimostra infatti che oggi le persone si sentono più a loro agio nel consumare i contenuti attraverso i video che mediante testi.

Inoltre, il video contribuisce a rendere il corso più interessante: le immagini in movimento danno vita a contenuti noiosi. I video ti offrono l'opportunità di presentare i contenuti in modo coinvolgente, utilizzando storie e scenari di vita reale.

19. Video interattivi
La tecnologia oggi consente di favorire l’interazione con i video, dando agli utenti la possibilità di cliccare, trascinare, scorrere e completare azioni. Questa tipologia di video è particolarmente efficace in ambito formativo, soprattutto in caso di video lunghi che potrebbero risultare noiosi.

20. Quiz
I quiz sono una componente essenziale della maggior parte dei corsi di eLearning perché consentono di tenere traccia delle conoscenze degli studenti e garantire che gli obiettivi di apprendimento vengano raggiunti. Sono anche un modo divertente e interattivo per suddividere il contenuto nei moduli di formazione e fornire un punto di interruzione naturale tra gli argomenti principali che darà agli studenti un senso di progressione all'interno del corso.

Il modo e il momento in cui utilizzi i quiz dipenderanno dal tipo di corso che stai costruendo e dal fatto che siano formali o informali, accreditati o meno, e da una serie di altri fattori.


Tutti post